Disaster Recovery Plan: ecco perché non basta il backup per proteggere i dati aziendali

Cyber attacco improvviso? Ecco perché il Disaster Recovery Plan salva la tua azienda

Disaster Recovery Plan: ecco perché non basta il backup per proteggere i dati aziendali

Condividi sui social

Sicurezza e GDPR 10/05/2021

La sicurezza informatica è un fattore determinante il successo di un’azienda. Le grandi aziende, lo sanno benissimo, mentre devono ancora raggiungere questa consapevolezza anche le PMI.

 

Per garantire ai propri business il più elevato tasso di sicurezza informatica bisogna considerare sempre due importantissimi aspetti: backup dati e disaster recovery.

 

Qualsiasi azienda può essere colpita da un evento imprevedibile che può mettere in pericolo la propria esistenza. Calamità naturali, attacchi informatici, errori umani, incidenti di qualsiasi tipo posso compromettere l’azienda fino a provocarne il fallimento totale.

 

Per questo motivo il recupero dei dati aziendali persi è qualcosa che deve essere sempre e in ogni caso garantito. Purtroppo bisogna accettare che il semplice backup non basta.

 

Ricordiamo che per backup si intende l’insieme di tutte quelle soluzioni tecniche che consentono di raccogliere e archiviare una certa quantità di dati secondo precise compliance. Al tempo stesso questi dati devono essere recuperabili velocemente.

 

Il disaster recovery plan in questo senso è la soluzione idonea per prevenire che si verifichino i peggiori scenari.

 

L’importanza di un Disaster Recovery Plan

 

Il Disaster Recovery Plan consiste in una strategia che permette ad una azienda di preservare la business continuity in qualsiasi caso di emergenza. Nello specifico esso è rappresentato da tutte quelle azioni, strategie e misure finalizzate al ripristino di infrastrutture, sistemi e dati ogni qualvolta si verifichi una situazione emergenziale.

 

Il Disaster Recovery Plan è di essenziale importanza per tutte le aziende perché non solo è utile per individuare tutte le criticità che possono indebolire un sistema, ma propone delle soluzioni idonee per salvaguardare l’operatività aziendale.

 

Grazie al Disaster Recovery Plan è possibile:

 

  • consente ai flussi operativi di continuare a funzionare;
  • limitare i danni economici sul business;
  • proporre interventi operativi alternativi;
  • istruzione del personale alle corrette attività di intervento in casi di emergenza.

 

Il Piano infatti dovrà contenere le informazioni sulle azioni correttive che il personale dovrà eseguire, le criticità del sistema, le misure volte alla riduzione dell’interruzione del servizio, le strategie da attuare in situazioni di emergenza comprensivi di procedure specifiche per il ripristino dei sistemi che hanno subito danni.



TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati