La Cma UK promuove un’indagine sull’App Store di Apple

La Cma ha voluto appurare se Apple abbia una posizione dominante per la distribuzione delle app sui dispositivi Apple in UK

La Cma UK promuove un’indagine sull’App Store di Apple

Condividi sui social

La Cma (Competition and markets authority), l’Antitrust britannica ha aperto un’indagine, dopo aver ricevuto delle segnalazioni, per verificare le modalità di distribuzioni delle applicazioni sull’App Store. Il famoso gigante tecnologico, difatti, gestisce direttamente la distribuzione delle app su tutti i dispositivi Apple tra cui figurano iPhone, iPad e altri.
 

Perché è nata l’esigenza di un controllo approfondito
 

Si è resa necessaria l’intervento della Cma per accertare la legittimità dell’attività di Apple, soprattutto nei confronti dei suoi concorrenti. Molti sviluppatori di software hanno fatto pervenire delle lamentele nei confronti dell’App Store che nei fatti consente di rilasciare agli stessi di rilasciare app per iPhone e iPad esclusivamente attraverso la sua piattaforma per smartphone iOS.
 

L’attività istruttori, quindi servirebbe a constatare se il grande colosso tecnologico abbia violato o meno la legge locale sulla concorrenza (Chapter II della Legge sulla concorrenza del 1998). Tale ipotesi di violazione sarebbe vera nel caso in cui appunto verrà dimostrato che Apple detenga una posizione dominante nella distribuzione di App per dispositivi Apple nel Regno Unito.
 

La risposta di Apple
 

In merito a questo provvedimento Apple ha rilasciato la sua risposta:
 

“Abbiamo creato l’App Store per realizzare un luogo sicuro e affidabile in cui i clienti possono scaricare le app che amano e offrire una grande opportunità di business per gli sviluppatori di tutto il mondo. Solo nel Regno Unito, l’economia delle app iOS supporta centinaia di migliaia di posti di lavoro e qualsiasi sviluppatore con una grande idea è in grado di raggiungere i clienti Apple in tutto il mondo.”


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati